Notizie

(ANS – Città del Vaticano) – Il 7 settembre la Congregazione delle Cause dei Santi ha comunicato a mons. Protógenes José Luft, S.d.C., vescovo di Barra do Garças (Brasile), il nulla osta da parte della Santa Sede alla causa di martirio dei Servi di Dio, Rodolfo Lunkenbein, sacerdote salesiano, e Simão Bororo, Laico, uccisi in odio alla fede il 15 luglio 1976 nella missione salesiana di Meruri (Mato Grosso – Brasile), due uomini che hanno dato la vita per Dio, per il popolo, per il diritto alla terra, profeti del Regno, difensori dei poveri.

(ANS – Torino) – Manca meno di una settimana alla 148ª Spedizione Missionaria Salesiana: domenica 24 settembre avverrà la consueta consegna delle croci ai missionari che si accingeranno a partire per la prima volta: Don Ángel Fernández Artime officerà la messa nella Basilica di Maria Ausiliatrice di Torino e, in qualità di X Successore di Don Bosco, affiancato dalla Madre Generale delle Figlie di Maria Ausiliatrice, Madre Yvonne Reungoat, invierà Salesiani e Figlie di Maria Ausiliatrice presso i paesi di destinazione. Un nuovo cammino sta per iniziare. I missionari della Famiglia Salesiana sono ancora i protagonisti.

(ANS – Roma) – Il salesiano missionario indiano don Tom Uzhunnalil, sequestrato in Yemen nel marzo del 2016, è stato liberato il 12 settembre scorso. La liberazione e la consegna sono avvenute attraverso un operatore umanitario, in comunicazione e connessione con il Sultanato dell’Oman, e grazie anche all’impegno personale di Papa Francesco, che ha speso tutta la sua influenza.

(ANS – Sunyani) – Shata è un ragazzo di strada che è stato abbandonato alla nascita dai genitori quando si resero conto che era disabile. Shata non parla Inglese, ma capisce la lingua locale e riesce a farsi capire. Ha una deformazione alla testa e problemi alle gambe, ma corre e salta come qualsiasi bambino. È stato incontrato e tolto dalle strade di Sunyani da don “Uba”, come viene chiamato da centinaia di ragazzi il salesiano Ubaldino Andrade.

(ANS – Città del Vaticano) – Una manifestazione concreta di vicinanza e di affetto, da parte del Rettor Maggiore verso “un confratello che era perso, lontano da noi, e che è potuto tornare tra di noi”. È con questo proposito che Don Ángel Fernández Artime ha donato la sua croce da Salesiano a don Thomas Uzhunnalil, al termine del loro incontro presso la comunità salesiana in Vaticano, avvenuto ieri, 13 settembre.

(ANS – Città del Vaticano) – La gioia per la liberazione di don Tom ha fatto il giro del mondo. Migliaia di persone hanno espresso gratitudine a Dio per questo regalo. Nel bel mezzo di un mondo in tensione, don Tom Uzhunnalil è un’immagine di serenità e pace. Il Rettor Maggiore, appena tornato da Malta, ha voluto immediatamente incontrare il suo confratello salesiano.

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".