Argentina - I deputati in Argentina promuovono l’iniziativa affinché Laura Vicuña sia dichiarata santa.

29 Dicembre 2016

(ANS – Buenos Aires) – Un gruppo di deputati argentini stanno promuovendo un progetto di dichiarazione affinché papa Francesco spinga la canonizzazione della beata Laura Vicuña, come patrona dei rifugiati e delle donne che subiscono violenza. Uno dei promotori dell’iniziativa è il deputato Giovanni Brügge, il quale ha dichiarato di essere parente della bambina cileno - argentina da parte di madre.

I deputati promuovono un progetto di dichiarazione affinché papa Francesco spinga la canonizzazione della beata Laura Vicuña, al quale la propongono anche come patrona dei rifugiati e delle donne che subiscono violenza.

Uno dei promotori dell’iniziativa è il deputato Giovanni Brügge, il quale ha dichiarato di essere parente della bambina argentino-cilena da parte di madre.

“Laura Vicuña, fu una bambina cilena la cui madre vedova dovette emigrare in Argentina a causa della persecuzione politica, qualcosa come rifugiata politica, fu formata dai salesiani”, ricordarono i suoi promotori.

“Lei e sua madre subirono violenza intrafamiliare nel nostro paese da un maschio ed ella diede la sua vita affinché sua madre si convertisse e lasciasse l’uomo che faceva violenza contro di lei”, aggiunsero.

“Vicuña è la patrona della famiglia e potrebbe esserlo dei rifugiati e delle donne che subiscono violenza”, considerarono.

La beata Laura Vicuña nacque il 5 aprile del 1891 a Santiago del Cile e morì il 22 gennaio del 1904 a JunÍn de los Andes, Argentina, prima di aver compiuto i 13 anni di età.

La bambina cileno-argentina fu beatificata a Roma da papa San Giovanni Paolo II il 3 settembre del 1988, e la sua memoria liturgica si celebra il 22 gennaio.

FONTE: AICA

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".