Eventi

(ANS – Baku) – In spirito di famiglia e con grande stima i Salesiani a Baku hanno accolto, domenica 2 ottobre, Papa Francesco nella loro casa. Dopo la messa nella chiesa dell’Immacolata, tutta la comunità salesiana di Baku e anche l’Ispettore della Slovacchia don Jozef Izold sono stati al tavolo con il Papa ed il suo seguito. A servire il Successore di Pietro sono state le quattro Figlie di Maria Ausiliatrice presenti, tra cui l’Ispettrice delle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA) della Slovacchia, sr. Janka Kurkinova.

(ANS – Baku) – Il senso della visita di Papa Francesco alla piccola comunità cattolica dell’Azerbaigian – appena qualche centinaio di persone, con un clero che non arriva a 10 unità – è tutto in quelle frasi pronunciate in aereo durante il suo volo di ritorno in Vaticano: “vado lì per i cattolici, per andare alla periferia della comunità cattolica (…). È proprio una periferia, è piccolina. Ho detto che mi faceva ricordare la comunità periferica di Gerusalemme, la Chiesa nel Cenacolo, aspettando lo Spirito Santo (…). Io l’ho detto, la realtà si capisce meglio, si vede meglio dalle periferie che dal centro”.

(ANS – Baku) – La comunità salesiana a Baku è pronta ad accogliere domenica 2 ottobre Papa Francesco, nell’ambito della sua visita in Azerbaigian. Nella capitale del paese sono già arrivati anche don Jozef Izold, il Superiore dell’Ispettoria salesiana della Slovacchia, da cui dipende la comunità azera; e l’Ispettrice delle Figlie di Maria Ausiliatrice della Slovacchia, sr Janka Kurkinova. La parrocchia di Baku sta vivendo con grande gioia le ultime ore di preparazione.

(ANS – Città del Vaticano) – A conclusione del pellegrinaggio in Caucaso iniziato in Armenia il 24-26 giugno, Papa Francesco visiterà la Georgia e l’Azerbaigian dal 30 settembre al 2 ottobre. Tra gli eventi più rilevanti la preghiera ecumenica di pace che il Papa reciterà nella Chiesa cattolica caldea di San Simone Bar Sabbae, a Tbilisi; la partecipazione per la prima volta di una delegazione ortodossa alla messa del Papa nello stadio M. Meskhi; la preghiera per la pace in Siria e Iraq. In Azerbaigian Papa Francesco celebrerà la messa nella Chiesa dell’Immacolata nel Centro Salesiano.

(ANS – Torino) – Un forte appello alla missionarietà, nello stile di Don Bosco: è quello che ha lanciato dalla Basilica di Maria Ausiliatrice di Torino, Don Ángel Fernández Artime, Rettor Maggiore, di fronte ai 46 partenti della 147° Spedizione Missionaria Salesiana: “Siamo eredi di una tradizione più che centenaria della nostra Famiglia Salesiana. Siate coraggiosi annunciatori della smisurata misericordia e gratuità da parte di Dio, soprattutto manifestata tra i più poveri e bisognosi”.

(ANS – Torino) – C’è un giorno ogni anno, sul finire di settembre, in cui a Torino il cuore missionario salesiano fa sentire il suo battito pulsante: è il giorno in cui si celebra l’invio della Spedizione Missionaria Salesiana. Quel giorno è domenica prossima, 25 settembre, e attorno a questo grande evento di salesianità si sviluppano una serie di altri significativi appuntamenti.

Perù – 125 anni di presenza salesiana

(ANS – Lima) – Il Perù si appresta a festeggiare i 125 anni di presenza salesiana nel paese, una presenza frutto dell’amore di Don Bosco e che prese formalmente avvio il 28 settembre 1891. Per celebrare quest’importante avvenimento sono previste diverse attività.

(ANS – Rocchetta Tanaro) – Con la solenne concelebrazione eucaristica di domenica 18 settembre, presieduta dal Consigliere Generale per le Missioni Salesiane, don Guillermo Basañes, si sono concluse a Rocchetta Tanaro, Asti, le manifestazioni per il centenario dalla morte di mons. Giuseppe Fagnano (1844-1916), per 33 anni Prefetto apostolico della Patagonia meridionale, delle isole della Terra del Fuoco e delle isole Malvine.

(ANS – Firenze) – “Il nostro obiettivo con questo Seminario era mettere intorno a un tavolo soggetti e punti di vista differenti in un’ottica di collaborazione” ha manifestato Lauretta Valente, Presidente del Coordinamento Italiano Opere Femminili Salesiane-Formazione Professionale (CIOFS-FP), al termine del XXVIII Seminario Europa (Firenze, 7-9 Settembre) organizzato con il sostegno dell’associazione di categoria FORMA sul tema del cosiddetto “Sistema duale”. Un obiettivo pienamente raggiunto, con la partecipazione al Seminario Europa di numerose e autorevoli personalità del mondo dell’educazione, della formazione professionale, delle imprese e delle istituzioni.

(ANS – Firenze) – La Formazione Professionale in Italia è ad una svolta: da questo settembre parte infatti la sperimentazione relativa al cosiddetto “sistema duale”, che prevede la messa a regime in tutto il paese di un sistema nazionale e strutturato della Formazione Professionale, che affianchi il classico iter scolastico liceo/università. Per favorire la riflessione e il confronto costruttivo su questo tema, dal 7 al 9 settembre a Firenze ha luogo la XXVIII edizione del “Seminario Europa”, l’iniziativa ideata dal Centro Italiano Opere Femminili Salesiane – Formazione Professionale (CIOFS-FP), in collaborazione con l’Associazione di categoria FORMA.

Pagina 5 di 8

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".