Le grandi sfide dei Salesiani in Europa

Don Tadeusz Rozmus, Consigliere per l'Europa Centro e Nord, indica quali sono le principali sfide ...

Italia – 148ª Spedizione Missionaria Salesiana

(ANS – Torino) – Manca meno di una settimana alla 148ª Spedizione Missionaria ...

Vietnam – L’uragano Doksuri causa seri danni all’Istituto di Formazione Tecnica Don Bosco di Ky Anh

(ANS - Ky Anh) – Proprio come avevano preannunciato le previsioni meteo, l’uragano ...

La missione salesiana in Medio Oriente

Intervista all'Ispettore salesiano per il Medio Oriente, don Munir El Rai.

Italia – XXIX Seminario Europa: la sperimentazione duale in Italia

(ANS - Bisceglie) – Si è svolto nei giorni 13-15 settembre, dapprima a Bisceglie e poi ...

Messico – Gli aiuti dei Salesiani alla popolazione colpita dal terremoto

Città del Messico, Messico – 20 settembre 2017 – L’Ispettoria salesiana di ...

Repubblica Democratica del Congo – Il bambino e la piroga

(ANS – Miti) – Ci sono tre bambini rimasti orfani di madre e abbandonati dal padre; ...

Notizie

(ANS – Firenze) – Don Bosco era di casa a Firenze: dal 1865 al 1887 vi andò ben 23 volte. Il capoluogo toscano era perciò una meta obbligata anche per colui che di Don Bosco è oggi il Successore, Don Ángel Fernández Artime, che ieri, 29 maggio, per la prima volta da Rettor Maggiore ha visitato le due opere salesiane nella città: “Maria Immacolata”, all’interno del centro cittadino, e “San Giusto”, nella periferia di Scandicci.

(ANS – Shillong) – Don Sylvanus Sngi Lyngdoh, SDB, noto missionario, scrittore, esorcista e pensatore del Nord-Est dell’India, è morto sabato 28 maggio, all’età di 95 anni. Il funerale si celebra oggi, 30 maggio nella cattedrale di Shillong. “Un nostro vanto e una gloria, oltre che fonte d’ispirazione per tutti”, l’ha ricordato don George Maliekal, Ispettore di Shillong. “La Chiesa e la Congregazione Salesiana in India, in particolare nella regione del Nord-Est, sono ammiratori e beneficiari di don Sngi, una leggenda”, ha aggiunto don Thomas Vattathara, Ispettore di Guwahati.

(ANS – Manta) – Tarqui è una zona di Manta che ha sofferto molto a causa del terremoto. La memoria è viva, perché sono trascorse appena poche settimane. Bisogna alzare lo sguardo e continuare a camminare senza una persona cara che è morta nel terremoto, senza una casa, senza niente per vivere; può esserci allora un momento di disperazione. Ma alzando gli occhi si può incontrare lo sguardo della Madre, l’Ausiliatrice; che conforta, incoraggia a vivere nella speranza. “Lei può tutto!” è stata la frase che il 24 maggio ha ricordato al popolo di Tarqui che Lei è madre, che ridona il sorriso, la fede e la speranza.

Interviste

Editoriale

  • Zona di Comfort: NO GRAZIE! "Preferisco una Chiesa ferita"
    • Venerdì, 15 Settembre 2017

    Ha destato un certo stupore vedere il volto di Papa Francesco ferito durante la Visita in Colombia. La contusione sull'arcata sopraccigliare e sullo zigomo, la veste bianca sporca di sangue. Un piccolo incidente con la Papamobile che ci suggerisce quasi immediatamente le parole di Bergoglio e che mi hanno ispirato l'Editoriale di ANS:  “Preferisco una Chiesa accidentata, ferita e sporca perché uscita per le strade, piuttosto che una Chiesa malata per la chiusura e la comodità di aggrapparsi alle proprie sicurezze” (EG49)

Eventi

  • RMG – Don Tom: “Sono quello che sono oggi perché Dio ha avuto cura di me”
    • Sabato, 16 Settembre 2017

    (ANS - Roma) – Un uomo sereno, in pace con Dio e con tutti, compresi i rapitori, e in grado anche di scherzare sull’esperienza vissuta. È questa l’immagine che hanno potuto vedere in don Tom Uzhunnalil i giornalisti e gli operatori della comunicazione di tutto il mondo che al mattino di oggi, sabato 16 settembre, si sono radunati presso la casa “Salesianum” di Roma per sentire direttamente da lui il racconto toccante del sequestro e della liberazione. Vissuti entrambi con grande fede in Dio.

L'Approfondimento

  • Repubblica Democratica del Congo – Il bambino e la piroga
    • Mercoledì, 20 Settembre 2017

    (ANS – Miti) – Ci sono tre bambini rimasti orfani di madre e abbandonati dal padre; c’è Bora, una giovane che in 28 anni di vita ha affrontato più sfide di quante capitino normalmente in una vita intera; ci sono i Pigmei Bambuti, che pur essendo i più antichi abitanti della regione, quando venne creato il Parco Nazionale di Kahuzi Biega, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, sono stati espulsi e ora vivono ai margini: c’è tanta povera gente che abita nelle aree rurali vicino Bukavu, dove il missionario salesiano don Piero Gavioli e Lydie Masoka, una Salesiana Cooperatrice, si adoperano come possono per dare un futuro ai bambini e ragazzi più vulnerabili.

Il Messaggio del Rettor Maggiore

  • CELEBRIAMO LA VITA!
    • Venerdì, 01 Settembre 2017

    Ogni nuovo inizio è una pagina bianca. Una quantità illimitata di possibilità che si presentano sul quotidiano orizzonte della vita. È questo quel dono incredibile che chiamiamo tempo.

Video IT

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".