Brasile – Seminario Continentale di Animazione e Formazione Missionaria

Cachoeira do Campo, Brasile – aprile 2017 – Dal 23 al 30 aprile si svolge il Seminario ...

RMG – Messaggio del Rettor Maggiore a fronte della situazione che si sta vivendo in Venezuela

(ANS – Roma) – Di fronte alla delicata situazione che si sta vivendo in Venezuela, il ...

Siria – Stop alla guerra! Uccisa un’altra giovane oratoriana, insieme con la cugina

(ANS – Damasco) – Nel corso della guerra in Siria i Salesiani più volte sono ...

Kenya – Il Rettor Maggiore: “Valdocco non è solo a Torino, si trova anche qui”

(ANS – Nairobi) – “Le cose migliori si lasciano alla fine” recita un noto ...

Venezuela – Don Méndez: “mi sento obbligato dalla coscienza a rivolgermi a tutti voi”

(ANS – Caracas) – La situazione in Venezuela preoccupa il mondo intero perché ...

RMG – Il Papa della pace nell'Egitto della pace: intervista a don Maurizio Spreafico SDB

(ANS – Roma) – Don Maurizio Spreafico, attualmente formatore dei giovani Salesiani a ...

Italia – Giornate Salesiane di Comunicazione: formarsi per comunicare speranza e fiducia nel nostro ...

(ANS – Roma) – Iniziano oggi pomeriggio, venerdì 28 aprile, e proseguiranno per ...

Notizie

(ANS – Lubumbashi) – La povertà e la disgregazione familiare sono le ragioni principali del gran numero di bambini e ragazzi che affollano le strade di Lubumbashi, la terza maggiore città della Repubblica Democratica del Congo. Per allontanarli dalla fame, dalle violenze e dalla paura che sperimentano avendo come unico riparo le bancarelle del mercato, i cartoni e qualche fuoco improvvisato, entrano in gioco i Salesiani.

(ANS – Quito) – È stato Paúl Naikiai Jintiach, giovane della popolazione indigena shuar dell’Amazzonia, l’incaricato di pronunciare di fronte al pubblico il discorso ufficiale da parte degli studenti laureati. Il giovane ha ringraziato l’Università Politecnica Salesiana (UPS) per l’accompagnamento offerto durante la loro formazione umana e professionale, e in particolare ha voluto ricordare le persone che lavorano presso la Residenza Universitaria Interculturale, nella quale Paúl Naikiai ha trascorso gli ultimi 5 anni della sua vita. “Questo spazio è stata la mia casa. Oggi ci congediamo da questa bella università e iniziamo una nuova fase, da professionisti” ha detto.

(ANS – São Marcos) – “Un popolo o una chiesa che dimenticano i loro martiri non meritano di sopravvivere” ha scritto mons. Pedro Casaldaliga, vescovo dei poveri. I Bororo – una popolazione che ha conosciuto due martiri, don Rodolfo Lunkenbein, SDB, e il loro fratello indigeno Simão – non vogliono dimenticare; anzi, non li dimenticheranno. Domenica 2 aprile un gran numero di fedeli e amici ha realizzato una processione (romaria) fino al luogo in cui i due martiri versarono il sangue per il loro popolo, venendo uccisi.

Pagina 11 di 318

Interviste

Editoriale

  • Quale trama, mio Signore, stai tessendo?
    • Venerdì, 21 Aprile 2017

    Nel mezzo di una giornata di proteste e scontri in Venezuela, due giovani sono stati assassinati. Carlos José Moreno Barón, 17enne, non ha potuto raggiungere la sua destinazione: è stato ucciso mentre andava ad un campo di Calcio. Paola Ramírez Gómez, 23enne, è stata uccisa mentre tornava da un colloquio di lavoro e stava passando davanti a Piazza San Carlos a San Cristóbal. Entrambi, cioè, non stavano partecipando alle proteste.

Eventi

L'Approfondimento

  • Messico – L’amorevolezza conta
    • Martedì, 25 Aprile 2017

    (ANS – Tijuana) Tra maggio 2016 e gennaio 2017 uno tsunami di migranti haitiani ha raggiunto Tijuana: uomini e donne giunti esausti, infreddoliti ed affamati dopo un viaggio via terra di circa 3 mesi, iniziato in Brasile. Ce n’erano alcuni malati, alcuni che hanno dovuto lasciare i loro figli lungo il tragitto e donne che hanno subito aborti spontanei; c’è stato chi ha dovuto seppellire i propri cari lungo la strada o assistere impotente mentre le acque incombenti dei fiumi li trascinavano via. Alcuni sono stati malmenati, derubati, violentati o sfruttati durante il viaggio attraverso l’America Centrale.

Il Messaggio del Rettor Maggiore

  • PERCHÉ ABBIAMO VITA IN ABBONDANZA
    • Mercoledì, 12 Aprile 2017

    Il mio pensiero vola alle tante presenze salesiane del mondo, perché il mio sogno è che siano veri dispensari di vita per tutti i giovani, una vita sovrabbondante, autentica, valida, che dia loro dignità e che li aiuti a sperimentare il grande dono che è Dio nelle loro vite.

Video IT

InfoANS

ANS - "Agenzia iNfo Salesiana" - è un periodico plurisettimanale telematico, organo di comunicazione della Congregazione Salesiana, iscritto al Registro della Stampa del Tribunale di Roma, n. 153/2007.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e per motivi statistici. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso clicca il tasto "Ulteriori informazioni".